Lettera alle Scuole di Bruno Tognolini

"Il progresso tecnologico è un pullman ormai partito. Chi ha provato a fermarlo bruciando al rogo gli scienziati, lo ha fatto invano. Quel pullman non si ferma ma si può DIRIGERE. Lo sterzo c'è!"

L'intervento di Bruno Tognolini, in occasione della Festa del Gioco di Carpi, è stato di gran valore. Ha colto in poche parole e in poche righe, che potete leggere qui di seguito, la filosofia che è ingranaggio della Robotica educativa e della STEAM education nonché de La Tata Robotica. Con la sua saggia semplicità a ricordato a tutti il proprio compito in questo mondo tecnologico.

Carpi, 1 ottobre 2016 Festa del gioco BAMBINI E RAGAZZI INGEGNERI DEL MONDO I giochi di costruzione che progettano il futuro

LETTERA DI BRUNO TOGNOLINI ALLE SCUOLE DI CARPI Per raccontare loro storie e pensieri sui Giochi di Costruzione e sui Robot E per invitarle alla Festa del Gioco

Cari bambini e ragazzi delle scuole di Carpi Voi sarete anche stufi di sentirvi dire che siete il futuro. È vero, i grandi lo dicono spesso, ma non lo pensano tanto: altrimenti si comporterebbero diversamente nei confronti sia del futuro che di voi. Ma non vi scrivo per parlare di questo. Vi scrivo per parlarvi dei Giochi, dei Giochi di Costruzione, dei Robot, e del Futuro. E per invitarvi alla loro Festa. Parlerò a tutti voi insieme, bambini, ragazzini e ragazzi, scuole primarie, medie e superiori, perché le storie se ben raccontate, lo so per mestiere, funzionano bene per tutti: magari con un piccolo aiuto dei vostri insegnanti, per tradurre in basso o in alto, se io colgo a metà… E allora via, cominciamo dal principio.

I giochi

Il futuro non è un gioco, però i giochi costruiscono il futuro. I cuccioli di ogni specie giocando si preparano al futuro, quindi preparano il futuro che sarà. I cuccioli umani, per esempio, con macchinine e aereoplanini si preparano a muoversi nel mondo, con le ruspe e le costruzioni a trasformarlo, con le bambole a crescere i bambini, con le armi e i guerrieri a difendersi; con pupazzi e personaggi (guerrieri o bambole che siano) si allenano a raccontare e interpretare storie; coi giochi di corsa e palla addestrano il corpo, coi giochi di enigmistica e strategia (puzzle e giochi da tavolo) addestrano la mente; e così via. C’è però un’importantissima differenza con altri modi e luoghi in cui si impara, per esempio la scuola: i giochi sono divertenti. La Specie, furbissima, li ha fatti divertenti perché i suoi cuccioli abbiano voglia di imparare. Per diventare più bravi e abili che possono, e poi andare nel futuro e costruirlo. Quindi i giochi costruiscono il futuro.

I giochi di costruzion