STEAM education con passione dal 2015

La Tata Robotica nasce nel 2015 da un'idea di Enrica Amplo, sua fondatrice. Connubio tra tecnologia ed ingegneria, arte e design, in quel lontano 2015 in Italia era tra le primissime realtà ad occuparsi di STEAM education per bambini e ragazzi.

Nell'ottobre dello stesso anno ha aperto un laboratorio a Carpi in provincia di Modena, qui ha tenuto laboratori di coding, robotica creativa, tinkering, physical computing e stampa 3D per oltre un anno.

Nel 2016 viene nominata tra le 10 migliori idee innovative dell'Emilia Romagna, selezionata dal bando di Aster, Silicon Valley Mindset program.

 

Nei suoi primi anni di attività, la Tata ha dovuto divulgare il messaggio che la STEAM education cerca di trasmettere e per farlo ha orgogliosamente partecipato alla Maker Faire di Roma European edition, e alla mostra Giro Giro Tondo, presso la Triennale di Milano nell'ambito "dall'analogico al digitale", alla fiera del gioco G-come giocare e al Fuori Salone di Milano, al Festival della Mente di Sarzana e anche oltre il confine italiano, al Long Lake Festival di Lugano, al Copenhagen maker festival riscuotendo sempre più successo.

 

E così più gli anni passavano più l'attenzione verso la STEAM education cresceva sia a scuola, che fuori dalla scuola. Questo ha permesso alla Tata di collaborare con numerosissime organizzazioni ed enti progettando e tenendo laboratori per e con Comune di Carpi, Ludoteca di Soliera, Ludoteca di Nonantola, Hape giocattoli, Fablab di Fiorano, Comune di Campogalliano, sono solo alcuni dei tanti.
Oltre a scuole e istituti comprensivi tra cui Liceo Scientifico M.Fanti di Carpi, Scuola secondaria di primo grado M. Hack di Carpi, Scuola paritaria di Mira (VE), IC Neri di Concordia, IC Masi di Cavezzo, Scuola materna paritaria S.Faustino di Modena...


Il laboratorio fisico non c'è più a Carpi dal 2017, perché il covo della Tata si è ormai allargato a tutto il mondo grazie ad internet e alla passione per la creatività ed educazione tecnologica che appartiene a tutti.

 

È così che La Tata Robotica è stata invitata alla Commissione Europea per parlare di STEAM education per poi tornare e tenere corsi di formazione e conferenze in diverse scuole della regione Emilia Romagna e non solo tra cui workshop presso il convegno Learning Creative Learning a Bologna, Premio Scuola Digitale a Carpi, formazione ambito 10 CLIL a Ferrara.

Oggi La Tata conta più di 3000 tra bambini e bambine, ragazzi e ragazze e insegnanti ed educatori, che hanno partecipato attivamente ai suoi laboratori e corsi di formazione a scuola e fuori dalla scuola (fablab, circoli, biblioteche, ludoteche).

La Tata però lo sa, non sono solo i numeri che contano, ecco perché continua imperterrita nel portare a tutti la sua visione di STEAM education che prevede l'insegnamento della tecnologia al bambino che impara a servirsene in modo creativo per risolvere i problemi di oggi, collaborando e rispettando gli altri e il pianeta.