Imparare giocando con Glicode e Scottie Go

C’è aria di novità nel mondo del coding! Ormai regolarmente vengono lanciati software e app di programmazione che offrono giochi, missioni e spunti interessanti per apprenderne il linguaggio. La Tata, ovviamente, non perde occasione per provarne sempre di nuovi per applicarli ai suoi laboratori!

 

Oggi in particolare vi vuole parlare di due programmi perfetti per allenare la logica computazionale e la propensione al problem solving: Glicode e Scottie Go!

 

 

 

Glicode

Chi avrebbe mai immaginato che un giorno avremmo potuto usare i cioccolatini per programmare un computer? Beh, con i Mikado si può!

 

L’azienda dolciaria – la Glico – che ha sede in Giappone e che è una vera potenza economica, ha infatti lanciato una app di coding per smartphone – disponibile sia per Android che per IOS – davvero interessante! Nella terra del Sol Levante i Mikado si chiamano Pocky e, fidatevi, i giapponesi ne vanno matti! Ne esistono mille versioni e gusti diversi, dal cioccolato alla fragola, dagli Oreo alla banana, dal fondente al the matcha e chi più ne ha più ne metta.

 

L’azienda produttrice ha pensato bene di creare un gioco con questi golosissimi grissini che è davvero educativo e sorprendentemente divertente: per insegnare le basi del linguaggio di programmazione e della logica degli algoritmi, il programma propone diverse missioni via via più complesse. 

 

Per impartire i giusti ordini, bambini e bambine devono utilizzare proprio i grissini: a ogni posizione dei dolcetti corrisponde un comando che, una volta inquadrato tramite smartphone o tablet, verrà riconosciuto dal gioco e consentirà di far muovere un personaggio. Combinando più posizioni insieme quindi, è possibile completare le missioni e, una volta terminate… ci si può ricompensare con i grissini cioccolatosi!

 

L’app (che è gratuita) è davvero ben fatta, tanto che il Ministro giapponese degli Affari interni e delle Telecomunicazioni l’ha adottata ufficialmente come strumento educativo per integrare le scienze informatiche nella scuola elementare. Non solo, il gioco è stato inserito anche nel portale internazionale di Hour of Code (per chi non sa di cosa si tratta, la Tata vi rimanda al glossario qui sotto).

 

!! Piccolo hack !!
Se avete fatto un fioretto sul cioccolato non temete: l’abbiamo provata con i pennarelli (usando il marrone al posto del cioccolato e il giallo/arancione al posto della grissino) e funziona. Provare per credere! Li abbiamo riprodotti su carta a quadretti, 1 quadretto di spessore, 5 quadretti chiari e 15 quadretti scuri per la lunghezza.

 

 

Scottie Go

Scottie e Go è un gioco speciale che integra perfettamente analogico e digitale: non si usano grissini ma piccole card (179 per la precisione) di colori e forme differenti che corrispondono a diversi comandi. Anche qui il gioco chiede di completare missioni e livelli e solo combinando l’azione manuale alla logica di programmazione digitale è possibile muovere il personaggio, Scottie, e raccogliere punti.

 

Il gioco propone 60 missioni, divisi in 7 livelli per centinaia di ore di prove e divertimento: una volta posizionate le card giuste nel corretto ordine, la combinazione viene rilevata dall’apposita app e mostra i movimenti di Scottie. Il gioco può essere utilizzato con computer, smartphone e tablet, sia da singoli giocatori che da gruppi di 2 o 3 ragazzi/e alla volta!

 

È perfetto quindi per imparare la logica di programmazione, mettendo le mani “in pasta” e trovando un risvolto pratico nelle attività completate (e nel dubbio ci si può sempre ricompensare con un Mikado!).

 

 

Giochi di logica

Entrambi i giochi sono interessanti e divertenti, perfetti per introdurre bambini e bambine alle logiche matematiche e al pensiero computazionale. A differenza di Scratch infatti, qui sono chiamati a completare missioni guidate in un ambiente predeterminato, mentre Scratch consente di creare in libertà animazioni, personaggi, ambientazioni. Quindi, se i primi sono più semplici e di immediata comprensione, il secondo offre possibilità e combinazioni illimitate.

 

Perché tutto questo è importante? È bene specificare che la logica computazionale è una competenza umana fondamentale oggi e come tale va allenata. È utile non solo a futuri informatici e programmatori, ma anche a tutti gli altri perché esercita la mente alla risoluzione di problemi più o meno complessi.

 

Una volta apprese le basi, arriva il bello: offre opportunità infinite e disparate applicazioni, dall'arte alla matematica, dalla statistica alla biologia e tanto, tantissimo, altro.

 

 

Glossario robotichese e non solo

 

Coding: è un metodo di programmazione informatico pensato, in particolare, per bambini e bambine (declinato in attività e giochi didattici divertenti) per allenarli alla logica computazionale e a dialogare in maniera consapevole con i computer;

 

Hour of Code: letteralmente “Ora del Codice”. È un portale internazionale di coding che propone attività guidate della durata di un’ora, tematiche e divertenti, comuni a bambini e bambine di tutto il mondo;

 

Logica computazionale: è la nostra capacità di tradurre il mondo che ci circonda in qualcosa di comprensibile per una macchina-computer. Ne abbiamo parlato più dettagliatamente qui.

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza

Attivare i laboratori a scuola: una mini guida

November 17, 2018

1/1
Please reload

Post recenti
Please reload